mercoledì 2 novembre 2011

Paranormal Activity 3, di Henry Joost e Ariel Schulman (USA 2011)

Trama: Nel 1988, le allora giovanissime Katie e Kristi devono affrontare, assieme alla loro madre ed al compagno di quest'ultima, una minacciosa ed impalpabile presenza...



Un altro? Ma non sono bastati i fischi al secondo episodio? Ma no, via, in fondo non sono sorpreso di trovarmi di fronte a questo Paranormal Activity 3, anche perché, fin quando sarà possibile guadagnare tonnellate di moneta sonante spendendo 4 noccioline, questa serie cinematografica rimarrà in vita. Però esaminiamo un paio di dati:

  • Paranormal Activity è costato 15000 dollari
  • Paranormal Activity 2 invece 3 milioni di dollari
  • Per Paranormal Activity 3 sono stati cacciati fuori 5 milioni di dollari

Il fatto curioso è che, dal punto di vista economico/qualitativo, i tre film si possono considerare sullo stesso piano. Nel terzo episodio non ci saranno guest star famose, effettoni speciali ultraelaborati da far rizzare i capelli o 5000 location, dunque la domanda sorge spontanea: che cacchio ne hanno fatto di tutti quei milioni di dollari? Mah, passiamo alla storia, forse è meglio!

Back to the Past (Spoiler Edition)

Paranormal Activity 3 è un prequel che mostra la nascita del maleficio appioppato alle due sorelle protagoniste del primo e del secondo capitolo, rispettivamente Katie e Kristi ('mmazza che fissa per le K che c'avevano! Se nasceva un maschio come lo chiamavano, Krusty?). Ora faremo un po' di casino con le collocazioni spaziotemporali dei primissimi eventi. Il film mostra all'inizio Kristi e Daniel, i personaggi principali di PA2, appena trasferitisi in una nuova casa ed impegnati a rimetterla a nuovo... precisiamo, LEI a verniciare le pareti e LUI alle prese con l'hobby più gettonato dell'intera serie, ovvero quello di riprendere quello che capita con la videocamera. Ci troviamo dunque prima degli eventi di PA2 e ancor più prima di quanto narrato in PA. In quel momento passa a trovarli Katie, la protagonista di PA1, ma non si tratta di una visita di cortesia. La dolce sorella ha un paio di scatoloni di cui disfarsi e, per l'occasione, ha pensato di scaricarli all'amata parente. In uno di questi indesiderati cimeli ci sono quattro miliardi di videocassette vecchie con tanto di etichetta e, assurdità delle assurdità, Katie non sa che cacchio contengono, anche se conscia del fatto che appartengono alla sua infanzia, né si è mai sognata di guardarne mezza. In compenso Kristi mostra un minimo di interesse, chiedendo a Daniel se possiedono un videoregistratore. Cosa? Come? Questo ha quasi dell'incredibile (sottolineo però il "quasi")! Immaginate di trasferirvi con la vostra metà in una casa nuova. Ora visualizzate il momento in cui, insieme, vi dirigete per la prima volta al centro commerciale più vicino per fare acquisti post-trasloco. Lei prende un cartone di latte e chiede "ma ce l'abbiamo un frigorifero?", mentre lui trova il DVD scontato di Animal House e le risponde "ed il lettore DVD? Un momento, ce l'abbiamo almeno una TV?". Cacchio, se non lo sapete voi! Torniamo al film.
Passa un anno e ci ritroviamo in PA2, più precisamente quando Daniel e Kristi trovano la casa a soqquadro e pensano sia opera di ladri. In quel momento scoprono che anche le VHS nello scantinato sono sparite, ma durante la denuncia alla polizia (questo particolare però è in PA2) non lo hanno dichiarato. Questa non è che la prima trovata "incompatibile" di PA3 con il resto della serie, delle altre ne discuteremo dopo gli spoiler. Ah, c'è anche la questione "girovita" di Katie! Nel primo PA era in carne, nel secondo aveva perso qualche Kg ed in questo episodio è ancora più asciutta (parlo nella sua versione adulta, ovviamente), ma cronologicamente avremmo un ordine magra-in carne-panzerotta. A quanto pare, l'avere a che fare con eventi paranormali moltiplica esponenzialmente il grasso corporeo.
L'intro di PA3 è finita, ma non le domande. Ricordate l'epilogo di PA1? Arriva la polizia e blablabla? Bene, il regista voleva spacciarci per veri i contenuti della pellicola assicurandoci che le varie sequenze erano state trovate dai piedipiatti eccetera eccetera. Lo stesso discorso si ripete nel 2, mentre qui... che cacchio? Il primo evento che accade è proprio la sparizione delle VHS, dunque chi è che si è ipoteticamente massacrato il cervello per costruire questo montaggio? Il demone? Bah!

Paranormal Origin (Spoiler Edition)

Paranormal Activity 3 ci porta nel 1988, quando una telecamera per uso casalingo pesava 60 Kg e registrava immagini di discutibile qualità (questo secondo dettaglio però viene cancellato dalla produzione del film e si vede fin da subito). Protagonisti della storia sono:

  • Katie e Kristi versione bambine rompiscatole
  • Julie, madre delle bambine nonché casalinga probabilmente sedotta ed abbandonata
  • Dennis, nuovo compagno di Julie che, anche se tecnicamente è un regista di filmini per matrimoni, in realtà dimostra fin dalle prime inquadrature di essere uno scansafatiche con la passione della telecamera (un po' come tutti i personaggi maschili della serie)

Ci sorbiremo per una manciata di minuti scene poco interessanti che comprendono una discussione tra Julie e sua madre riguardo al livello di pigrizia dell'uomo di casa e le chiacchiere della piccola Kristi inerenti al suo amico immaginario Toby, dopodiché si passa inaspettatamente all'azione. Già, contrariamente a quanto avviene nei primi due episodi, in questo capitolo gli eventi strani non tardano ad arrivare. Dennis sente dei rumori dalla stanza delle bambine, va a controllare e trova un orsacchiotto elettronico acceso per terra. Da qui in poi non so dirvi nient'altro, in quanto a causa della scena ho interrotto la visione e sono scappato in strada urlando. Ovviamente sto scherzando (o meglio, poi sono rientrato per non perdermi il resto).
In camera da letto, Dennis propone a Julie di portare il tono della serata "a luci rosse" ricevendo come risposta un "" convinto. Approfittando dell'umore della compagna, il furbacchione suggerisce anche di tenere la telecamera accesa e, nuovamente, si ritrova esaudito. Già, Julie è quella che potremmo definire una "donna di facili costumi" e, facendo 1+1, possiamo intuire perché il marito l'ha lasciata (ammesso che sia così). Comunque sia, gli spettatori maschi più "sozzoni" non si facciano strane idee, in quanto lo spettacolino viene interrotto da una forte scossa di terremoto che, conseguentemente, ha causato il rovesciamento della telecamera. La coppia accorre così alla camera delle bambine per accertarsi delle loro condizioni, mentre l'apparecchio continua a registrare.
Il giorno dopo vediamo Dennis parlare con un suo collega di lavoro di un dettaglio nel video del terremoto: una misteriosa ombra apparire da dietro la porta della stanza da letto. In realtà sappiamo tutti che lo scopo dell'uomo era quello di bullarsi col tipo di aver quasi girato un porno amatoriale, ma ciò che proprio io non riesco a capire è: perché Dennis deve registrarsi anche quando riguarda i nastri nel suo stanzino privato? Abituatevi a questa squallida trovata, poiché ce la ritroveremo durante tutto il film.
Paranormal Activity 3 ha gettato il pretesto per trasformare il set nella casa del Grande Fratello. Dennis piazza telecamere a destra e manca, caricandole costantemente con nastri da 6 ore ciascuno. Vi dico da subito che gli apparecchi inizialmente saranno 3, poi ne verrà aggiunto un quarto per la zona sala/cucina, installato sapientemente sopra il corpo di un ventilatore. Mettiamo che Dennis cambi le VHS una volta al giorno e che lasci attive le telecamere solo durante la notte. Questo significa che, ogni dì, spende mediamente 24 ore per visualizzare il contenuto delle VHS (4 videocassette giornaliere da 6 ore l'una = 24 ore di monotonissimi show). Ma non aveva un lavoro? Una vita? La necessità di dormire? E non è finita qui! Il povero cameraman da matrimonio nota tutti i dettagli più insignificanti ripresi su nastro, mentre sembra saltare proprio quei due o tre eventi palesemente pazzeschi! Ad esempio, in una scena Katie vuole dimostrare a Kristi che il suo amico immaginario Toby non esiste e, per farlo, entra in una poticina nella loro stanza dentro la quale vengono conservati i loro giochi. Incredibilmente l'uscio si chiude a scatto imprigionando la bambina che, nonostante gli sforzi, non riesce a scappare. La telecamera ha ripreso tutto alla perfezione, ma a quanto pare Dennis era troppo occupato a controllare ripetutamente un qualche ipotetico passaggio di Julie sotto la doccia e scovare anomalie tra i vapori provocati dall'acqua calda per accorgersene (la scena non c'è, ma questo non significa che ciò non sia accaduto).



Activity: the Paranormal Witch Project 3 (Super Spoiler Edition)

Nonostante gli eventi fuori dal comune si mettano in mostra sin da subito, Paranormal Activity 3 non abbandona quel crescendo di "gravità della situazione" tipico dei suoi predecessori, anche se "l'asticella" parte già un po' più in alto. Grazie alle prime riprese notturne, ad esempio, Dennis e Julie scoprono che la piccola Kristi si alza nel cuore della notte per parlare con Toby di cosucce inquietanti dopo aver spiato a lungo i due adulti mentre dormono. La madre insiste a sottolineare che tutto ciò è normale per una bambina, mentre il cameraman fallito giura a sé stesso di arrivare fino in fondo alla questione per scoprire se, dietro le quinte, si cela il diavolo, gli alieni, il comunismo o Roberto Giacobbo, un suo compagno di corso al college intenzionato a diventare famoso in TV spiattellando misteri più o meno credibili.
Una sera, i due genitori - anzi, la genitrice ed il mezzo genitore - assoldano la babysitter di fiducia per trascorrere una seratina fuori in totale allegria. Questa volta non si tratta di una badante stereotipo-spagnola tipo quella di PA2, bensì di una studentessa pagata per mettere le teppistelle a letto presto e per studiare durante tutto il tempo. Vediamo la ragazza giocare con le bambine infilandosi un lenzuolo sulla testa e fare il fantasma, particolare descritto solo per poter citare la scena seguente. La studentessa è in cucina che studia in tutta tranquillità. Poiché la telecamera è piazzata sul corpo di un ventilatore, vedremo prima lei sui libri, poi, la porta di casa, poi lei sui libri, poi la porta di casa, indi lei sui libri e, dietro di lei, il lenzuolo che ha usato qualche ora prima con qualcuno dentro non meglio specificato. Lo spettatore pensa "forse è una delle bambine che le gioca uno scherzo", ed invece PUFF, vediamo il telo bianco cascare per terra, come se fosse stato sorretto solo dall'aria. Non sarà una trovata da Oscar, ma fa il suo effetto. La ragazza si accorge del lenzuolo per terra e, giustamente, lo raccoglie per riporlo al suo posto (non senza chiedersi come mai si trovasse lì, naturalmente). Sente così dei rumori dalla camera delle bambine. Va ad indagare e, dopo qualche secondo di nulla assoluto, viene presa a sberle dall'aria. Già. Si sente uno "smash" seguito dalla fuga della balda giovine. La vigliacca lascia così le piccole in stanza con chissaché mentre attende con impazienza l'arrivo di Dennis e Julie, poi assicura loro che è andato tutto bene e se la svigna in assoluta fretta. Il camerman si insospettisce non poco, ma poi dice tra sé e sé "ehi, questo è Paranormal Activity 3, quindi vedremo cosa è successo sulle telecamere!".


Il giorno dopo, Dennis ed il suo collega rabbrividiscono e sorridono inspiegabilmente mentre verificano gli accadimenti della sera precedente. PERCHÉ SORRIDONO? Che cacchio, un essere umano dotato di intelligenza (anche minima) avrebbe fatto i bagagli mandando tutto a quel paese, o no? Ok, che altro potrebbe succedere ancora?
La piccola Kristi sta male, ha la febbre. Nel frattempo, Dennis scopre uno strano simbolo lasciato nel ripostiglio dei giochi delle bambine. Assieme a Julie, l'uomo-telecamera porta la figlia da un dottore e, per l'occasione, costringe il suo collega di lavoro a fare da babysitter a Katie. Lo spettatore sa che lui sa, giusto? Intendo dire, chi ha visto fino ad ora Paranormal Activity 3 è conscio del fatto che il tizio ha potuto osservare i misteriosi fenomeni notati da Dennis, dunque... perché accetta di fare un gioco stupido e pauroso assieme alla piccola? Questa è la scena.
Lei lo porta nel bagno al piano superiore, lui ha una telecamera con sé per deformazione professionale (ma che cacchio ne so perché ce l'ha? Sono tutti svitati 'sti cameraman) e trema come una foglia. Katie gli propone di giocare allo spassosissimo Bloody Mary, sollazzo "alla Candyman" dove devi:

  1. stare di fronte ad uno specchio
  2. dire tre volte Bloody Mary
  3. spegnere le luci
  4. riaccenderle dopo svariati secondi
  5. notare se dietro di te c'è questa fantomatica Bloody Mary mentre ti uccide o, male che vada, se si materializza dal nulla il celebre cocktail a base di pomodoro dall'omonimo nome

Che porcata di gioco è? Ma dico, possibile che una bambina di massimo 10 anni non conosca, non so, nascondino o guardie e ladri? "No, giochiamo a Bloody Mary, dove vinci se Mary appare e ti uccide"! E l'idiota di turno, conscio del fatto di trovarsi in una casa infestata (anche se tecnicamente è un demone attaccato alle bambine, non all'edificio), non riesce proprio a dirle "no, è un gioco stupido, tu sei stupida, tuo padre è stupido e tua madre una... di facili costumi"? Comunque sia, i due fanno 'sto gioco idiota. Il tipo si becca un graffio all'addome ed assiste ad un poltergeist nella stanza di fianco, poi riesce a raggiungere il piano di sotto con Katie ed ad attendere l'arrivo dei proprietari di casa senza morire.
Dennis guarda le cassette, cercando invano di costringere Julie a fare altrettanto e di convincerla che, in casa, c'è un fantasma, il tutto ovviamente riprendendosi vanitosamente. Nello stesso istante, Katie viene afferrata per i capelli e sollevata da terra, scena più tragicomica che paurosa. La piccola corre dalla mamma, ancor più incacchiata perché pensa sia colpa dell'uomo-telecamera e delle sue supposizioni. Grandissima uscita dell'attrice: "domani voglio che tu faccia sparire tutte le telecamere". Scusa, perché domani e non adesso? Semplice, altrimenti non avremmo visto l'ultima, fracassosa notte!
Dimenticavo un particolare. Per approfondire la questione, Dennis si è procurato una serie di libri sulla magia, sugli spiriti e anche qualcuno da colorare, scoprendo così analogie tra un demone evocabile tramite alcuni riti satanici, i simboli nella stanza delle bambine ed alcune collanine che portano quest'ultime chissà per quale ragione (chincaglieria da vù cumprà, niente di elaborato). In poche parole, Un gruppo di streghe negli anni '30 praticava strani riti offrendo bambine ad un demone e, quando queste sarebbero state pronte per concepire, le megere si tenevano i figli maschi. Le sventurate da bambine subivano un lavaggio del cervello e dimenticavano tutto, almeno fino a quando non sarebbe giunta la fantomatica "ora X". Su questa rivelazione ci torneremo sopra più tardi e, solo al pensiero, mi vien mal di testa!
Ultima notte a casa. Le bimbe si ritrovano immerse in uno scenario da Poltergeist, col demone che le trascina, assieme ai letti, a destra ed a manca, Dennis è nel suo studio per falliti mentre continua a visionare video (naturalmente registrandosi) e Julie ronfa alla grande.
Il giorno dopo è Julie stessa a decidere di levare le tende, in quanto assiste ad un fenomeno particolare: la mobilia in cucina si attacca misteriosamente al soffitto per poi cadere di colpo. La famigliola raccatta l'indispensabile (ovviamente telecamera compresa) e si trasferisce provvisoriamente a casa della madre di Julie. Dài, non fate gli gnorri, avete già capito tutto da un pezzo, vero? Mamma di Julie = vecchia megera = artefice del maleficio! Quella stessa notta, Dennis e Julie vengono svegliati da alcune auto fermatesi proprio di fronte all'abitazione. La donna va a controllare e svanisce nel nulla. Dopo svariati minuti, cameraman prende il suo fidato attrezzo per registrare e scopre, in successione:

  • le bambine sono sparite
  • Julie è sparita
  • dietro ai quadri del salotto c'erano simboli satanici o presunti tali
  • la mamma di Julie è una strega
  • le auto di prima appartengono ad altre streghe

Ora, immedesimatevi in questa scena. State aprendo una porta tenendo in mano una telecamera pesantissima e, dietro a questa, trovate la madre della vostra fidanzata assieme ad altre cinque o sei vecchiacce decrepite armate di sguardo minaccioso. Cosa fate?

A) Gettate la telecamera e date inizio ad un incontro di wrestling a senso unico, in quanto siete giovani e la sfidante meno vecchia ha 70 anni
B) Abbassate la telecamera e chiedete spiegazioni su quanto sta accadendo
C) Cercate di plagiare le vecchiarde offrendo loro la possibilità di bersi un té tutti insieme (offerta irresistibile) e le drogate/narcotizzate/avvelenate aggiungendo qualcosa di improvvisato
D) Scappate a gambe levate, e senza abbandonare la telecamera

Dennis non sa nemmeno cosa significhi dare uno sganassone, quindi abbandona la prima soluzione; non si sofferma a chiedere dettagli perché non vuole sprecare pellicola preziosa per una chiacchierata con delle vecchiette, dunque boccia anche la seconda; non sa fare il té o, ancor più probabile, non ha voglia di mettersi ai fornelli, indi scarta anche la terza scelta. Ebbene sì, il babbeo si dà alla fuga seguito dalle mummie. Raggiunto un appartamento buio, assiste alla morte di Julie causata dal demone, quindi trova Kristi. I due cercano di sfuggire all'invisibile entità nascondendosi in uno sgabuzzino e... boh? Il demone si lascia rinchiudere fuori, anche se ha dimostrato di poter passare attraverso qualsiasi materiale. Dopo un po' Dennis esce e trova Katie imbambolata mentre fissa il corpo della madre. Scena di tensione, la ragazzina si gira e fa una smorfia ruggente, Dennis se la fa nelle brache e, cercando di recuperare Kristi per scappare, viene letteralmente spezzato dalla malefica presenza. Ultima inquadratura sulla mamma di Julie che, afferrando per mano le due bambine, le porta al piano di sopra.
Fine...?



Domande Senza Risposta, Riflessioni e Risposte Senza Domanda (Spoiler Edition)

Paranormal Activity 3 è un casino. Cerca di fornire qualche spiegazione per ciò che accade nella serie e, invece, finisce per contraddirsi. Partiamo dalle domande inerenti al singolo capitolo.

  • Perché il demone temporeggia così tanto prima di uccidere? Dimostra in un paio di occasioni di poter davvero fare di tutto, dal sollevare senza sforzo la mobilia di un'intera cucina all'uccidere un essere umano spezzandogli la schiena, indi per cui perché perde tempo mettendosi lenzuola in testa, tirando bambine per i capelli e prendendo a schiaffi ignare babysitter studentesse?
  • Perché Kristi vede il demone (battezzandolo Toby) e Katie no? In teoria anche lei è un bersaglio della setta, dunque come mai? Vi prego, non datemi una risposta banale e ridicola tipo "Kristi c'ha i poteri" perché, in questa occasione, proprio non l'accetterei!
  • Quanto guadagna Dennis al mese? Vabbé, è un dettaglio poco rilevante nella storia, ma sarei curioso di saperlo.
  • Perché Dennis è così deficiente da acquistare tonnellate di VHS nuove? Non può registrare sopra quelle vecchie nelle quali non accade nulla?
  • Come già detto durante la descrizione dell'intro del film, come è possibile che sia Katie che Kristi versione adulta non abbiano guardato il contenuto dei nastri dello scatolone? Non so voi, ma se io avessi tra le mani una videocassetta anonima ed inedita che mi riprende quando ero piccolo, cacchio se la guarderei!
  • Chi ha rubato le videocassette? Perché? Chi permette agli spettatori di vedere questo montaggio?
  • Dennis ha trovato quei libri di magia... dove? Possibile che io nelle biblioteche scovo solo pseudotomi di magia nera scritti dal mago Otelma e Vanna Marchi?

Ok, passiamo alle domande che si vanno a creare sull'intera serie a causa di questo capitolo "rivelatore". Preparatevi, perché è davvero un macello!

  • Dunque, il demone è stato evocato da una setta di vecchiarde, ma a che scopo? Le megere che ci guadagnano in tutto questo? Vita eterna? Cibo gratis? Un lifting alle natiche?
  • Le megere hanno stretto una specie di patto col demone, a condizione che questi consegni loro tutti i primogeniti maschi della stirpe di Julie (come vediamo nel secondo PA). Ma dopo che se ne fanno dei bambini?
  • Qual è il ruolo delle ragazze affidate contro la loro volontà al demone? Nel primo episodio, Katie viene posseduta, fa fuori il marito e viene castigata dalla polizia; nel secondo, Kristi viene posseduta, esorcizzata ed uccisa; nel terzo Julie muore e basta. Insomma, che cappero significa? Non si riesce a capire se il demone le vuole morte o meno.
  • Perché tutte le donne della famiglia devono avere a che fare con degli uomini inutili ed appassionati di videocamere? Fa forse parte della maledizione?
  • Mettiamo caso che, a far sparire le videocassette nell'intro di PA3, sia stato il demone stesso. Se è così infastidito dall'essere ripreso, non farebbe prima ad eliminare le telecamere sparse per casa e/o i nastri? O forse è così vanitoso da voler mostrare ai suoi amici dell'inferno quanto sa essere bullo e cattivo?
  • Ripeto: perché il demone temporeggia invece di passare subito all'azione? Gli basterebbe un secondo per eliminare i bersagli e prendere quello che vuole, invece nei film ci mette sempre un paio di settimane se non di più.
  • Come è possibile che Katie e Kristi abbiano dimenticato, crescendo, tutti i fatti inerenti al demone, alla madre ed all'inutile Dennis? PA3 risponde con un "alle bambine vien fatto il lavaggio del cervello, sicché non ricordano nulla", ma questa soluzione non regge! Nel primo e nel secondo episodio della saga, infatti, le protagoniste dicono in più occasioni di aver avuto esperienze paranormali durante la propria infanzia, dunque non hanno dimenticato tutto, al massimo hanno represso il ricordo con l'aiuto di uno psichiatra. E ribadisco: COME FANNO A NON RICORDARSI DI CERTI DETTAGLI?

Passiamo alle conclusioni, è meglio.
Paranormal Activity 3 non cade negli stessi errori commessi nel 2 e cerca di avvicinarsi all'episodio capostipite. Il problema è che il team voleva fare le cose in grande, mettendo in piedi un capitolo rivelatore che regalasse allo spettatore qualche risposta riguardo ai ricorrenti misteri della saga e... un disastro! Le soluzioni proposte sono fin troppo sbrigative, banali e piene di falle, semplicemente non possono convincere appieno in quanto contraddittorie se messe a confronto con ciò che accade nelle prime due pellicole.
Dal punto di vista "paura", PA3 è indiscutibilmente mediocre. Simpatica ed inutile la trovata del lenzuolo, buffa quella dei capelli, fin troppo esagerato il poltergeist nella stanzetta... certo, se il volume viene tenuto alto il salto dalla sedia è inevitabile, ma anche uno spot pubblicitario trasmesso di colpo ed alle stesse condizioni procurerebbe lo stesso effetto.
Lo consiglio? Giudicate dalle valutazioni.

Voto personale: 5 1/2
Voto trashosità: 5
Voto splatterosità: 1

Ora non ci resta che attendere Paranormal Activity 4. Immagino già la pubblicità: "Katie e Kristi avevano una cugina..."

24 commenti:

  1. oddio oddio come al solito mi hai fatto sganasciare della grossa mwahahahahahahah X°°°°°DDDDDDD ..ovviamente concordo con tutto quello che dici, e mi viene in mente anche un' altra domanda che si aggancia a questa tua:

    Come già detto durante la descrizione dell'intro del film, come è possibile che sia Katie che Kristi versione adulta non abbiano guardato il contenuto dei nastri dello scatolone?

    ecco la mia domanda:
    Nel primo film Katy ci racconta che la sua casa d' infanzia è bruciata e che avevano perso tutto; alla luce di questo ultimo film è logico pensare che a dare fuoco alla casa sia stata la nonna piazzandoci i corpi die genitori per coprire così le vere cause della loro morte.. e qui il quesito: cioè la vecchia prima di dare fuoco alla casa ha diligentemente messo tutte le cassette in uno scatolone e se le è portate via?? sarebbe l' unica spiegazione del perchè queste si sono salvate!
    ma è assurdo! volgio dire perchè avrebbe dovuto farlo?? per rivedere le sue glorie di strega nei momenti di solitudine o_O?
    E se si, perchè e come sono finiti nelle mani delle due sciagurate sorelle O_O????????
    se anche la nonna non avsse saputo dell' esistenza di quei nastri compormettenti (cosa IMPOSSIBILE visto che la figlia le aveva raccontato tutto) quando il fidanzato-cameramen muore ha con se la telecamera che cade a terra e si rompe: immagino che il giorno dopo la vecchia abbia risitemato il gran casino che il demone aveva fatto in casa sua, e quindi nel farlo avrà pur raccolto tale cassetta.. e nel farlo non le sarà venuto in mente che forse nella casa della figlia potevano esserci altre cassette che potevano rivelare l' esitenza del demone e quindi da eliminare al più presto??
    come hanno fatto quindi ha "sopravvivere" all' incendio ed ad arrivare fino ai giorni nostri tutte belle catalogate in ordine cronologico?

    Concordo con te poi col fatto che è ASSURDO che a nessuan delle due sceme sia mai venuto in mente di vedere il contenuto dei VHS, a maggior ragione considerando il fatto che i loro genitori sono morti da tempo e che questi nastri sembrano contenere all' apparenza momenti felici della loro infanzia.. mai avuto nostalgia dei bei tempi andati o_O?

    ah e scrivendo mi viene in mente pure un altro punto! alla fine di questo film la nonna porta via le due bambine per mano e queste sembrano essere pienamente consapevoli e CONDISCENDENTI rispetto ai terribili fatti di sangue che avvengono attorno a loro: addirittura la più piccola chiama il demone a se come se fosse un cane e questo di fatti grugnisce e le segue.. mi viene da chiedermi quindi: se è vero che le vecchie volevano un figlio maschio da una delle due, perchè le hanno ftto eprdere la memoria? non potevano semplicemente allevarle nel loro culto e appena possibile farle mettere incinta e sperare fosse maschio???? non era più semplice che fargli il lavaggio del cervello e abbandonarle a se stesse??? MAH!!!

    *Asgaroth

    RispondiElimina
  2. Mizzeca, non ricordavo il dettaglio della casa incendiata! E meno male, perché questo elemento non fa altro che incasinare ulteriormente la situazione! Le cassette si sono salvate dall'incendio, ok, ma l'ultima, ovvero quella nella telecamera in mano a Dennis NELLA CASA DELLA NONNA come diavolo ha fatto ad aggiungersi alle altre, situate a svariati Km di distanza? Qualcuno deve averle ammucchiate tutte... mettiamo sia stata la nonna prima di dar fuoco alla magione di Julie simulando un incidente. Invece di distruggere le VHS, la megera le conserva. In qualche modo finiscono in mano a Katie che, a sua volta, le passa a Kristi. Quell'"in qualche modo" potrebbe corrispondere a "la vecchierella è schiattata". Eredità. Porca pacchia, sono riuscito a trovare una spiegazione plausibile a tutto 'sto macello?!? No, non ci credo O_o

    RispondiElimina
  3. * Perché tutte le donne della famiglia devono avere a che fare con degli uomini inutili ed appassionati di videocamere? Fa forse parte della maledizione?

    E' una domanda che mi sono posta anche io.
    Lo scopriremo nel quarto episodio, dove le telecamere peseranno 400 kg e dovranno essere spinte su altrettanto pesanti carrelli?

    Mah.
    A prescindere, tanto, lo so che sborserei altri 6 euro, giusto per completezza, anche se questo terzo episodio è stato riDDiculus.

    RispondiElimina
  4. Ma soprattutto, chi sarà il protagonista di Paranormal Activity 4? Ali (non il pugile, la figlia di Kristi)? Hunter versione "ragazzo demoniaco"? Barbara d'Urso (per la serie "lei mi sta dicendo che c'è un demone che mi perseguita?!?")?

    Sono però quasi sicuro di un fatto: difficilmente la produzione caccerà fuori idee nuove ed originali, tanto la gente andrà a vedere il film lo stesso. Diranno che fa schifo? Troppo tardi, PA4 avrà già incassato una somma 20 volte superiore a quella delle spese. E via al quinto capitolo.

    RispondiElimina
  5. Io sono morto al Cartone del latte ( per alcuni sarà stato banale ma io mi son fatto una gran risata ) e per di più, per quanto riguarda la scena dell'orsacchiotto elettronico ti ho immaginato fuggire in strada.
    Purtroppo non ho la forza di risponderti nemmeno ad una domanda, non questa volta.
    Ringrazio il cielo per non aver guardato ancora nemmeno il primo !
    ( Grazie ! )
    Blog fantastico, adoro ogni singola parola XD

    RispondiElimina
  6. @SkYaCt Quando scrivo, cerco sempre di essere divertente, e non è affatto facile. Dipende dall'ispirazione nel momento, dall'umore, dal film stesso e da altri fattori. Poi pubblico, pubblicizzo l'articolo e comincio a chiedermi "ma piacerà? Forse è troppo lungo? Riuscirò a strappare almeno qualche sorriso?". Quando leggo commenti positivi come il tuo, il "peso" che porto nei pensieri si alleggerisce e dico "bene, almeno una persona ha apprezzato la stroncatura, missione compiuta". Grazie di tutto a voi "seguaci", ancora pochi ma più che buoni :).

    RispondiElimina
  7. Gran bella recensione davvero, complimenti!! A tal proposito vi pongo un altro piccolo quesito, giusto per aggiungere una domanda in più nel mazzo: Nel primo film Micah, quando arriva il sensitivo che gli dice che il demone si alimenta di energia negativa, sussurra a katie "dobbiamo dire a tua madre di non venire più a casa nostra, è cattivissima!". Sarà una sciocchezza ma a me sorge spontanea la domanda: ma non era morta la madre di katie?? è stata adottata?

    RispondiElimina
  8. Grazie mille per i complimenti :). Nella saga non viene spiegato, ma è probabile che le due bambine siano state adottate da una qualche famiglia americana alla "Mulino Bianco". Chissà, magari saranno proprio i genitori adottivi i protagonisti del prossimo PA4. A questo punto apriamo un giro di scommesse!
    Chi sarà il protagonista di Paranormal Activity 4?

    1) I genitori adottivi di Katie e Kristi
    2) Hunter
    3) Ali
    4) La babysitter studentessa di PA3
    5) La badante ispanica di PA2 (esta es una soluçion del diablo!)
    6) La sorella segreta di Katie e Kristi, quella che non abbiamo mai visto perché nemmeno la loro vera madre ricorda della sua esistenza
    7) Barbara d'Urso (niente da fare, continuo a pensare che Barbara sia perfetta per recitare in un PA)
    8) Umberto Smaila

    Il primo che ci azzeccherà porterà a casa una foto autografata del demone di PA! Forza, fatevi sotto!

    RispondiElimina
  9. Guarda, Screammaker, da quando ho scoperto il tuo blog grazie ad un sito di The Walking Dead, ogni volta che posso controllo che ci sia una nuova stroncatura.
    A parer mio, sono delle piccole opere d'arte.
    Inoltre, oggi ho guardato Wrong Turn 4 e ho avuto, per un attimo, la tentazione di stroncarlo ( almeno alcune scene ) per mero piacere personale, ma all'ultimo ho desistito.
    Comunque, prova a guardarlo e dimmi se non merita di essere stroncato !!
    P.s. Il mio nick originale è SkYaCt ma la prima volta avevo postato come Onik ( in 13 hrs )

    RispondiElimina
  10. Ah si, dimenticavo la mia risposta :

    7) Barbara d'Urso (niente da fare, continuo a pensare che Barbara sia perfetta per recitare in un PA)

    Fidati, 10 minuti in quella casa ed è finita. Un bislacco e bizzaro finale ! ( quelli di The Grudge duravano di più )

    RispondiElimina
  11. Uahahah, certo, se Barbarona fosse la protagonista di PA, dopo appena un quarto d'ora il demone se la svignerebbe di nuovo all'inferno :D.

    Wrong Turn 4, hai detto? Bene, ho già visto i primi 3, prossimamente ci butterò un occhio ;)

    RispondiElimina
  12. io vorrei sapere solo una cosa, ma perche nn ci fanno capire un cavolo sulla storia di ste due povere sorelle? cioe perche il demone comincia a perseguitarle?

    RispondiElimina
  13. RISPOSTA SPOILER Merito della nonna e del suo club delle sataniste. La ragione vera e propria non viene specificata nel film ma non ti preoccupare, quasi sicuramente arriverà il quarto episodio con qualche novità. Già, faranno un altro Paranormal Activity. Ok, ora inizia pure a preoccuparti :D

    RispondiElimina
  14. Fottuto genio!!mi hai fatto ammazzare dalle risate, unica cosa buona dopo aver perso un'ora e mezza della mia vita!
    A.

    RispondiElimina
  15. Solo tristezza a palate per questo "cinema" scadente
    P.s. complimenti per questa recensione...ho riso un sacco anche io con la storia del cartone del latte e per tante altre cose :)

    RispondiElimina
  16. Complimenti per la recensione :)Mi hai fatto venire ancora più dubbi.

    RispondiElimina
  17. Ahahah... grazie a tutti per i complimenti :)

    RispondiElimina
  18. Screammaker rido difficilmente davanti al pc ma leggendo la tua recensione mi sono fatto un sacco di risate. Pochi sanno far ridere senza essere volgari, tu sei uno di quelli!!Sei riuscito a spiegare bene in modo ironico. In ogni caso hai ragione, la volontà era quella di fare un capitolo rivelatore, che avrebbe dovuto far dire a tutti "nooooo non ci posso credere".... in realtà è tutto molto arraffazzonato. MI RACCOMANDO VOGLIO LA RECENSIONEDI PA4 FIRMATA Screammaker!!!

    RispondiElimina
  19. @Jack grazie delle belle parole. Sono contento che ti sia accorto della "mancanza di volgarità" nel mio stile! Personalmente ritengo che la "parolaccia" venga utilizzata principalmente o per enfatizzare, o per sostituire un "non so che dire", quindi ho scelto di non utilizzarla onde evitare di essere scontato, banale e ancor meno professionale di quanto lo sia già (indi poco :D ).
    PA4 è già entrato di diritto nella mia lista di "titoli da bastonare"... anche se uscirà verso la fine di Ottobre 2012!

    RispondiElimina
  20. Magnifica recensione Esimio Stroncatore :D
    Concordo con quanto hai detto, sopratutto sul finale stupidino a base di satanismo & demoni (non l'ho assai gradito...) Spicciativo, tirato via e banale.

    RispondiElimina
  21. Dennis si è procurato una serie di libri sulla magia, sugli spiriti e anche qualcuno da colorare...

    Con questa mi hai fatto del male fisico! Ho riso per un quarto d'ora rischiando il trapasso!

    RispondiElimina
  22. Domanda: Perché il demone temporeggia così tanto prima di uccidere? Dimostra in un paio di occasioni di poter davvero fare di tutto, dal sollevare senza sforzo la mobilia di un'intera cucina all'uccidere un essere umano spezzandogli la schiena, indi per cui perché perde tempo mettendosi lenzuola in testa, tirando bambine per i capelli e prendendo a schiaffi ignare babysitter studentesse?

    Risposta: Semplicemente perchè il demone vuole il primogenito MASCHIO. Le bambine sono solo un modo per ottenerlo, per questo non le uccide.

    Domanda: Perché Kristi vede il demone (battezzandolo Toby) e Katie no? In teoria anche lei è un bersaglio della setta, dunque come mai? Vi prego, non datemi una risposta banale e ridicola tipo "Kristi c'ha i poteri" perché, in questa occasione, proprio non l'accetterei!
    Quanto guadagna Dennis al mese? Vabbé, è un dettaglio poco rilevante nella storia, ma sarei curioso di saperlo.

    Risposta: Perchè Kristi è la sorella maggiore, quindi è probabile che la nonna abbia scelto lei come elemento chiave del rito.

    In sostanza, da PA3 si evince che la famiglia è benestante (basti guardare le abitazioni di Kristi in PA2, quella della nonna in PA3 e quella di Julie). Tale benestare è derivante proprio dal patto che la nonna ha stretto cn il demone il quale in cambio di ricchezza, avrebbe preso il primo genito maschio nato nella famiglia (Hunter). Sul finale di PA3 viene dato fuoco alla dimora e le bambine prese dalla donna (non credo vengano date in affidamento) per cui credo che il tutto sia stato fatto proprio dalla nonna per avere in affido le bambine e continuare il rito, fino alla nascita del tanto fantomatico primo genito maschio.

    SA CHE RIDERE SE KRISTI E KATY ERANO LESBICHE XD

    Cmq, spero che PA4 il cui trailer uscirà domani, farà vedere che fine ha fatto Hunter ma credo sarà un ulteriore prequel sulla vita della nonna.

    RispondiElimina
  23. Vado fuori dal coro e non concordo con le stroncature sbrigative, l'intera saga non sarà un capolavoro del genere (e ce ne sono ben pochi, credetemi) ma è perfettamente rappresentativa dello spirito del tempo, come lo erano Romero nell'era post-contestazione ed i filmacci di Raimi negli 80. Potete anche dirmi di non bestemmiare, resta il fatto che Romero mi annoia e darei fuoco all'intera produzione di Argento, mentre i vari PA mi intrattengono e spassano alquanto, de gustibus. Se non ci si appassiona/interessa alla costruzione progressiva della mitologia di una qualiasi saga è meglio lasciar perdere senza buttare via soldi. Il terzo capitolo in questione è, a mio modesto parere, il migliore del lotto, abbonda di buchi nella sceneggiatura, l'epilogo rasenta il ridicolo e il regista spreca occasioni come noccioline, chissenefrega, rimane il migliore dei tre. A random: il demone temporeggia perchè è un demone, se qualcuno qui avesse studiato un rigo di demonologia su carta stampata e non su VHS o wikipedia saprebbe che gli spiriti deformati traggono piacere nella sofferenza centellinata e dalla progressiva caduta nell'abisso del dubbio della paura e via discorrendo (sempre stando a quello che dice quell'altra mitologia). Va da se che si serve di adulti, bambine e delle vecchie megere stesse. I demoni non possono dare ricchezza materiale in modo diretto quindi non è dato sapere cosa vada in tasca alla strega, probabilmente ricchezza per vie traverse. Trattasi comunque di una fede, un culto, quindi come i vicini vanno a messa, quella sacrifica figlie e nipoti, rientra nella logica. Kristi percepisce il demone perchè o 1. è solo lei che sta subendo una possessione 2 il demone ha deciso così 3 verrà rivelato prossimamente. Che sia semplicemente più sensibile a livello mistico o psichico è più che plausibile, comunque. Improbabili invece, come avete giustamente rimarcato, i vari episodi di ripresa gratuiti, telecamere che spuntano come funghi e via dicendo, c'è sempre la sospensione dell'incredulità, non mi pare che nessuno abbia sollevato obiezioni con Bela Lugosi impomatato come un gangster con l'ombretto o un tizio che innesta al volo una motosega sul braccio mozzato, è horror da intrattenimento mica neorealismo. Non mi vogliate male ma non si investono 8 euro del biglietto per procurarsi una stroncatura premeditata :) au revoir

    RispondiElimina