lunedì 1 agosto 2011

Zoltan il Cane di Dracula, di Alfredo Antonini (USA 1978)

Trama: Durante un'esercitazione, un gruppo di militari riporta alla luce la cripta segreta della famiglia Dracula. Ben presto rinascerà dalle proprie ceneri Zoltan, il cane vampiro appartenuto al celebre conte succhiasangue. Assetato di vendetta, il dobermann darà la caccia all'ultimo discendente dei Dracula...



Prima di iniziare a parlare del film in questione, penso sia necessario premettere un paio di cosette.

  • Zoltan Il Cane di Dracula è uscito anche sotto i titoli di Zoltan il Mastino di Dracula e... Dracula Contro Zombi (anche se non c'entra una mazza)
  • Sebbene sia difficile da credere, Zoltan il Cane di Dracula non è una commedia horror (ma le risate sono assicurate, garantito)

...State ancora leggendo?

Vampire Dobermann

Zoltan il Cane di Dracula inizia quando un gruppo di militari scova, durante un'esercitazione, la cripta sotterranea dei Dracula, famiglia che non necessita certo di presentazioni. In attesa dell'arrivo di persone più competenti, lo squadrone assegna ad un soldato il compito di sorvegliare i loculi durante la notte. Dopo qualche ora, una bella scossa di terremoto stappa (avete letto bene, STAPPA) due tombe portando alla luce una bara particolare. Un po' per noia ed un po' per ignoranza, il nostro bel soldatino decide così di investigare sul contenuto della cassa, portando alla luce qualcosa avvolto da un telo e trapassato da un paletto di legno. Tutto potrebbe benissimo finire qui ma, poiché "the show must go on", il militare estrae senza una ragione specifica il paletto. Il telo si gonfia sempre di più e, nel giro di pochi secondi, conosceremo Zoltan, il dobermann vampiro appartenuto nientemeno che al conte Dracula! Il cane balza addosso alla guardia, quindi assisteremo ad una sequenza di lotta tra un uomo ed un pelouche (vedere per credere!). Dopo aver sistemato la guardia, il cane trascina una bara fuori da una nicchia, la scoperchia e libera... Dracula? No, un anonimo vecchietto che presto si rivelerà il vero padrone del cane.


Ok, fermi tutti, qui c'è un bel po' di confusione. Zoltan è o non è il cane di Dracula? Alcuni flashback esplicativi ci spiegheranno che il dobermann è stato sottratto ad un altro padrone, uno zappaterra (con tutto rispetto per i contadini) divenuto poi schiavo del conte. Pieni di risentimento, il contadino ed il segugio vogliono portare a termine una vendetta vecchia di secoli lasciando che, a pagarne le conseguenze, sia l'ultimo discendente dei Dracula. Vatti a fidare dei tuoi antenati...
Torniamo alla trashaggine di Zoltan il Cane di Dracula.

Zoltan ed il suo padrone prendono un battello diretto negli Stati Uniti (dalla Romania!!!), lasciandoci così il tempo di conoscere l'ultimo discendente dei Dracula. Ignaro delle proprie radici, l'improbabile protagonista ricciolone che corrisponde al nome di Michael Drake (Drake - Dracula, che simpatico lo sceneggiatore) è riuscito a metter su una famiglia così perfetta ed armoniosa da far innervosire persino gli abitanti del Mulino Bianco. Poiché Michael guadagna probabilmente troppo con il suo lavoro da psichiatra, decide di portare moglie, figli e due cani in campeggio.

Il Venerdì 13 dei Poveri (Spoiler Edition)

Zoltan il Cane di Dracula tocca nuovi picchi di trashaggine ogni secondo che passa. La famiglia Drake pianta le tende (o meglio la roulotte) nella campagna più incolta ed inguardabile di tutti gli Stati Uniti (nel film definita come un "piacevole angolo di foresta costeggiante un lago"... mah). Ovviamente Zoltan e lo zappaterra raggiungono i poveracci quasi immediatamente ma, invece di cimentarsi in uno scontro diretto e sicuro, preferiscono vampirizzare tutti i... cani della zona! Che ci crediate o no, Zoltan si dedicherà per buona parte della pellicola ad aggredire solo i propri simili (cani di Drake compresi), mettendo in piedi uno show terrorizzante adatto al vostro chihuahua. Ah, se avete delle galline, riprendete con una videocamera e mostrate loro un bel pollo allo spiedo mentre rosola a fuoco lento ruotando su sé stesso, vedrete che uova! Lo so, questa parentesi era più che evitabile, ma in fondo Zoltan il Cane di Dracula non si distacca molto dall'esempio del pollo.
Pensate sia impossibile cascare ancora più in basso col trash? Vi sbagliate di grosso, signore e signori. Proseguendo nella visione di questo film, vi ritroverete ad assistere alla versione canina de La Notte dei Morti Viventi, con Michael ed un altro babbeo rinchiusi in un capanno e circondati da una miriade di cani vampiro. Inutile dire che, pure in questi passaggi, gli effetti speciali (ergo pelouche ed arti canini di plastica) si faranno notare.


Qualcuno si chiederà giustamente "ma che diavolo fa il padrone di Zoltan?". In pratica, lo zappaterra si mantiene sempre a debita distanza nascosto fra i cespugli ed impartisce telepaticamente degli ordini al povero dobermann, condannato a svolgere così tutti i lavoretti sporchi.
Come potete ben immaginare, alla fine il cane vampiro muore, ma non le trashate: un cliffhanger (i dopo-finali, avete presente?) mostra come un cucciolo vampiro sia sopravvissuto alla mattanza, pronto a vendicare la morte del padre vendicativo che non è riuscito a vendicarsi.
The End.
Applausi.

Considerazioni e Conclusione

Come avrete probabilmente capito, Zoltan Il Cane di Dracula è un "so bad it's so good" buono solo a sollevare grasse risate e quesiti irrisolti causati dalle numerose falle della trama. Ad esempio:
  • Zoltan ha intenzione di eliminare l'ultimo discendente dei Dracula, a sua volta padre di due bambini; tecnicamente non dovrebbero esserci anche i pargoli nella black list del dobermann?
  • Dato che il cane vampiro è già dotato di una forza prodigiosa, lo zappaterra vampiro dovrebbe essere inarrestabile; perché non è così?
  • Come già detto, perché i cattivi non assaltano da subito la roulotte di Drake?
  • Quanto costa un biglietto per il battello Romania-USA?
  • Come mai il protagonista vede una foto del suo antenato, sapendo che è impossibile per un vampiro riflettersi in uno specchio ed essere fotografato?
  • Perché, nonostante i cani si rivelino buoni attori, in questo film gli attori umani recitano da cani?
  • Che piano strategico è "afferra un paletto e conficcalo nel cuore senza esitare"?
Basta così, penso di aver reso l'idea.

Voto personale: 2
Voto trashosità: 8 1/2
Voto splatterosità: 3

Nessun commento:

Posta un commento