giovedì 19 aprile 2012

30 Giorni di Buio 2, di Ben Ketai (USA 2010)

Trama: Sopravvissuta all'attacco dei vampiri avvenuto a Barrow (Alaska), Stella Olemaun si è trasferita a Los Angeles e trascorre i propri giorni cercando invano di avvertire più persone possibile riguardo all'esistenza delle creature succhiasangue. Presto verrà contattata da tre individui che, per vendetta, combattono contro i suoi stessi nemici...



Mettetevi nei panni di un regista, sceneggiatore o produttore professionista, quindi immaginate quanto segue: dopo il discreto successo ottenuto da un vostro film, prendete in seria considerazione la possibilità di costruirci attorno qualcosa come una trilogia. Fin qui ci siamo? Bene, ora mettiamo caso che, durante la stesura dello script del secondo capitolo cinematografico, non spunti fuori nemmeno una mezza idea originale. A quel punto cosa fareste? Beh, potreste decidere di sospendere (o addirittura abbandonare) il franchise, giusto? E allora perché diavolo esiste questo 30 Giorni di Buio 2?
Il primo 30 Giorni di Buio non era un granché, ma in qualche modo... era interessante. Insomma, un paese in Alaska bloccato da una tempesta di neve durante il mese "notturno" viene attaccato a sorpresa da dozzine di fortissimi vampiri predatori. Fatto, ecco un'idea capace di fornire al prodotto un'identità popria. Ah, anche se sembra una fesseria, vorrei sottolineare la coerenza tra titolo e contenuti del film. Ora passiamo al (sigh) sequel.
Innanzitutto 30 Giorni di Buio 2 è interamente ambientato a Los Angeles. Sì, Los Angeles. Come cacchio possono esserci 30 giorni di oscurità ininterrotta a Los Angeles? Il film si svolge infatti nell'arco di due dì, periodo più che sufficiente per permettere alla protagonista di vivere mille peripezie, di conoscere ed affezionarsi ad un gruppo di perfetti sconosciuti, di innamorarsi, di imparare a giocare a cricket e via dicendo.
Uhm... lo sentite questo odore? Già, l'inconfondibile puzza di ciofeca!

30 Minuti di Buio (Spoiler Edition)

30 Giorni di Buio 2 inizia mostrandoci gli eventi immediatamente successivi a quelli narrati nel primo film, ergo all'assalto dei vampiri che ha decimato la popolazione di Barrow, anonimo paesino dell'Alaska. Pare infatti che il Governo degli Stati Uniti abbia deciso di mantenere segrete le cause che hanno portato la località perennemente innevata ed i suoi abitanti verso la distruzione totale... e già qui c'è da grattarsi la testa! Che senso ha nascondere la verità? Forse nei "piani alti" della politica si nascondono dei vampiri (vampiri VERI, non parlo di "ladri ciucciasoldi")? O magari esiste un patto segreto tra umani e succhiasangue? Inutile rifletterci sopra, nel film non viene spiegato nulla di tutto ciò.
Comunque sia, a lottare contro la disinformazione troviamo, anzi, ritroviamo Stella Olemaun, la protagonista del primo 30 Giorni di Buio sopravvissuta grazie all'estremo sacrificio del marito (qualora non aveste visto il capitolo capostipite, il marito di Stella si era trasformato in un vampiro per combattere contro i nemici ed è morto polverizzandosi alla luce del sole). Invece di ricostruirsi una vita e trovare un lavoro, la donna trascorre le sue giornate tenendo delle patetiche conferenze nelle quali racconta la sua assurda versione dei fatti. Con tutto rispetto per quanto accaduto nei tristi anni della Seconda Guerra Mondiale, immaginate di ascoltare un anziano sopravvissuto ai campi di sterminio che dice qualcosa tipo "non sono stati i tedeschi ad ucciderci, ma una cinquantina di lupi mannari con i bigodini". Che fate, gli credete sulla parola o gli sparate una risata in faccia dandogli del matto? Ecco, questo è quanto accade a Stella.
Stanca di essere umiliata, la protagonista tiene l'ennesimo evento "rivelatore" ma, questa volta, ha intenzione di fornire una prova agli spettatori increduli. Riporto il dialogo (circamenoquasi fedele all'originale).

Stella: ...vampiri. Barrow è stata attaccata da vampiri, altro che fughe di gas e tribù indiane.
Pubblico: Ahahahahahahah...
Stella: So che non mi credete, ma i vampiri esistono, e sono tra noi.
Pubblico: Ma tornate a casa, drogata!
Stella: Sono anche qui a Los Angeles, e mi tengono d'occhio...
Pubblico: Uahahahah... meglio del David Letterman Show!
Stella: Ora, se tra voi c'è un vampiro, lo invito ad alzarsi in piedi ed a rivelare la sua vera natura.
Tizio imbecille dal pubblico che si crede divertente: Eccomi, sono un vampiro.
Pubblico: Ahahahahahahah...
Stella: Bene, ora userò su di voi questi potentissimi e costosissimi fari capaci di riprodurre artificialmente la luce del sole. Preparatevi allo spettacolo.
Pubblico: ...Ahahah... eh?

Stella accende i fari pagati con chissà quale fantomatico e misterioso stipendio e... sorpresa! Due fessi tra il pubblico prendono fuoco e si riducono in cenere. Erano proprio insospettabili: indossavano occhiali da sole, erano pallidissimi e non prendevano mai parte alle risate del pubblico. Ah, già, gli altri componenti del pubblico! Come hanno reagito allo show? Ovviamente urlando e scappando in preda al panico, che diamine! I giornali non parlano dell'accaduto, metà degli invitati pensa si sia trattato tutto di una farsa, l'altra metà riempirà le tasche di uno psicologo... insomma, il gesto di Stella si è rivelato tutto fuorché costruttivo. Ma lasciamo perdere e torniamo alla storia vera e propria. La ragazza viene arrestata ed interrogata da un detective dell'FBI afflitto da una tosse devastante e, a sorpresa, scopre che l'uomo non solo conosce tutta la verità, ma addirittura DIFENDE i vampiri e lotta affinché non si sappia nulla della loro esistenza. Il perché lo scopriremo fra poco.
Dopo varie minacce di morte da parte dell'investigatore, la protagonista torna a casa e, ad attenderla, trova tre tizi poco raccomandabili: una specie di "menefregodellavita", un uomo di colore ed un'ubriacona.
Fermo immagine.
Guardate bene questi tre soggetti, quindi ipotizzate cosa accadrà nel film.


Se siete a corto di fantasia, vi do una mano.


E che ci crediate o no, le nostre previsioni si avvereranno con una precisione impressionante! Questo fatto descrive quanto si sia impegnato lo sceneggiatore a creare una storia coinvolgente, originale e ricca di inaspettati colpi di scena. Bah, andiamo avanti!

Cacciatori di Vampiri (Spoiler Edition)

30 Giorni di Buio 2 compie un altro passo falso e, come di moda negli horror made in Hollywood degli ultimi anni, condensa in due minuti di film circa 9 milioni di informazioni chiave. Serve una lista.

  • I tre intrusi hanno perso persone a loro care a causa dei vampiri
  • Il trio ha formato una sgangherata banda di "cacciatori di vampiri" allo scopo di vendicarsi
  • I tre vedono in Stella una potenziale "messia anti-vampiro" in quanto la ragazza è sopravvissuta agli eventi di Barrow
  • Non si capisce come e perché, ma il trio SA cosa è veramente accaduto a Barrow
  • A Los Angeles c'è una foltissima comunità di vampiri che si rifugia nelle fogne
  • Il capo dei vampiri di tutto il mondo è Lilith (ammazza, hanno trovato un nome originale)
  • In quel preciso istante, Lilith sta "soggiornando" proprio a Los Angeles ed è circondata da una marea di servi fedeli
  • Il detective dell'FBI che ha interrogato Stella lavora per i vampiri perché vuole ottenere la vita eterna
  • I tre cacciatori hanno una base rifornita di armi d'ogni tipo
  • I tre collaborano assieme ad un... come possiamo chiamarlo? Un vampiro pentito? Naaah, è più un uomo che, nonostante la trasformazione, non ha perso l'uso della ragione.
  • I tre vogliono uccidere Lilith quella notte stessa
  • I tre non hanno uno straccio di piano

Bella situazione, vero? Curiosamente Stella all'inizio è riluttante all'idea di unirsi al team (e vorrei ben vedere, chi vorrebbe far parte di una squadra di kamikaze?), ma alla fine si lascia coinvolgere in questa assurda e scalcinata impresa. Ed ora... mi viene da piangere!
Ricapitolando, i nostri eroi sanno che Lilith si nasconde in un enorme complesso fognario brulicante di vampiri e, sebbene vogliano farla fuori, non hanno pensato ad una strategia. Fin qui chissene, se vogliono morire che facciano pure, in fondo se lo meritano date le loro capacità intellettuali, però... cacchio! Descrivo la scena. Il quartetto Cetrioli si addentra nelle fogne ed avanza indisturbato per un po', quindi nasce una curiosa discussione:

Ubriacona: Siamo troppo lontani dall'uscita, questo posto brulica di vampiri e non abbiamo un piano. Andiamocene, presto!
Menefregodellavita: No, questa è un'occasione d'oro per uccidere Lilith.
Ubriacona: Ma moriremo!
Menefregodellavita: Mi spiace...

Pazzesco, nient'altro da aggiungere. In ogni caso, le chiacchiere e l'odore umano hanno attirato due o tre vampiri verso i protagonisti, quindi... ecco, lo sapevo, il nero muore per primo! Viene morso e quindi trascinato dagli altri tre eroi in uno stanzino scelto come riparo provvisorio, ma non tarderà a trasformarsi ed a saltare addosso agli ex compagni, costringendoli così a spiaccicargli una pietra pesante sulla testa. Nonono, un momento... questi hanno a disposizione un armamento bellico impressionante, perché ricorrere alle pietre per uccidere l'assalitore? Beh, dopo i primi 15 secondi di lotta contro i vampiri di poco fa, i quattro imbecilli già urlavano frasi tipo "ho quasi finito le munizioni". Ma... ma dico... assaltate un covo di vampiri e vi portate dietro un caricatore a testa? E ditelo apertamente che siete deficienti!



Dopo aver accoppato il povero "nero che muore per primo", il trio viene soccorso dal vampiro pentito, quello che collabora con loro insomma. Qui notiamo con maggior chiarezza le caratteristiche dei vampiri, ergo forza sovrumana, fiuto da segugio e riflessi fulminei. Segnatevi questa frase, perché da qui in poi NON VARRÀ PIÙ!
Gli eroi tornano sconfitti alla base, quindi la protagonista decide di lasciarsi "andare" con mister "menefregodellavita" che conosce da tre o quattro ore. Già, come avevamo predetto. Nonostante la "pausa", Stella non ne approfitta per lavarsi né per cambiarsi d'abito, trascinandosi così dietro panni sozzi di sangue ed un tanfo di sudore senza precedenti fino ai titoli di coda. Forse puzzando spera di tenere lontani i vampiri, chissà.

Immortalità, Inseguimenti e Massacri (Spoiler Edition)

Fino ad ora 30 Giorni di Buio 2 vi è sembrato scadente? E se vi dicessi che, con quanto descritto sopra, il film si è solo "scaldato"? Già, the worst is yet to come!
Prima mi sono dimenticato di dire che, durante la fuga dalle fogne, Stella, menefregodellavita, l'ubriacona ed il vampiro pentito hanno rapito un succhiasangue per poi torturarlo sadicamente. Poiché non sono riusciti ad ottenere informazioni degne di nota, i quattro fessi rilasciano il poveraccio per pedinarlo. Scovano così un nuovo nido di vampiri, ergo un capannone abbandonato, e lo assaltano alla cieca uscendone incredibilmente illesi.
Dunque, ricordate l'agente dell'FBI afflitto costantemente da una pesante tosse? Bene, lo ritroviamo al cospetto di Lilith mentre sputa sangue ed implora di ricevere il dono dell'immortalità... Ah, Lilith! Non ve l'ho ancora descritta, mi pare! Beh, immaginatevi una diciottenne dei primi dell'800 che veste e sistema i capelli come era d'uso in Orgoglio e Pregiudizio... lo so che è banale, ma almeno abbiamo scampato il pericolo di trovarci di fronte ad una Lilith darkettona piena di cinture in cuoio piazzate a caso e croci rovesciate cucite su una giacca di pelle vintage! Ma torniamo al film. La reggggina dei vampiri decide di esaudire il desiderio dell'agente dell'FBI trasformandolo in vampiro (anche qui l'originalità si spreca: gli fa bere il suo sangue). Segue... andiamo, devo proprio descrivere tutto per filo e per segno? Segue la "naturale evoluzione degli eventi" (ma l'avete letta la Guida ai Cliché dell'Orrore di Stroncando l'Orrore?), ergo il vampirodetective stana i protagonisti nella loro base seminando il panico ed uccidendo il "vampiro pentito" in maniera alquanto ridicola. Volete sapere come? Ve la siete cercata.

  • L'agente vampiro bussa alla porta.
  • Il "vampiro pentito" controlla di chi si tratta osservando dallo spioncino.
  • Il "vampiro pentito" si ritrova con un proiettile in zucca sparato direttamente dallo spioncino.

Tutto questo è ridicolo. Insomma, i vampiri non erano dotati di un fiuto prodigioso? Possibile che il "vampiro pentito" non abbia riconosciuto l'odore di un altro vamPirla dall'altra parte della porta? E che razza di... morte stupida è? Ma altrettanto geniale è la reazione dei protagonisti che, nonostante si trovino davanti ad UN SOLO vampiro ed hanno una tonnellata di armi a portata di mano, se la danno a gambe. UN vamPirla qualsiasi... anzi no, ancora "fresco" di trasformazione e quindi nemmeno abituato ai suoi nuovi poteri è sufficiente per costringere alla fuga i superbi cacciatori di succhiasangue. Ma andate a lavare i vetri ai semafori, babbei!
Stella, menefregodellavita e l'ubriacona se la svignano in macchina e... ah, che rottura, mi sono dimenticato di svelare anche un altro fatto. Nel capannone di poco fa, i nostri eroi hanno interrogato una donna rapita dai vampiri e destinata alla "dispensa". Seguono domande e risposte.

Rapita: Maledetti, hanno cercato di mangiarmi...
Trio di fessi: Sei stata nelle fogne?
Rapita: No, mi hanno portata qui a bordo di una nave... è stato orribile...
Stella: C'era Lilith su quella nave?
Rapita: Lilith? E chi cacchio è?
Menefregodellavita: Non scherzare! L'hai vista?
Rapita: Ma che cacchio ne so io?
Menefregodellavita: Cerca di ricordare o ti ammazzo!
Stella: Datti una calmata, è ancora sotto shock, lasciale il tempo per ricordare.
Rapita: Io... io... non so...
Menefregodellavita: Allora?
Rapita: Sì... l'ho vista forse...

Lo so, questa conversazione non ha senso, ma fin qui ci siamo, giusto? Ora, grazie al dialogo appena riportato i tre ammazzavampiri:

  • Si recano al porto
  • Trovano la nave giusta senza avere certezze ed indizi
  • Salgono a bordo della nave senza incontrare resistenza

Non ponetemi ulteriori domande, tanto la mia risposta sarà sempre la stessa: non lo so. Però ho una buona notizia, ancora un quarto d'ora ed il film è finito!

La Nave VamPirla (Spoiler Edition)

30 Giorni di Buio 2... ma PERCHÉ lo hanno intitolato così? Non c'entra niente, diamine! Vabbé, dicevo... il film arriva finalmente alle dense scene finali. A bordo della nave, i protagonisti spiano un gruppo di vampiri e scoprono che - attenzione attenzione - se dissetato col sangue, il cadavere di un succhiasangue torna in vita. Insomma, quei quattro vamPirla eliminati a fatica da Stella & co. alla fine sono stati recuperati e fatti risorgere. Ricordate questa nuova "regola" perché ci torneremo sopra. In ogni caso... avete notato nulla riguardo alla situazione descritta appena sopra? Mi riferisco alla frase "i protagonisti spiano un gruppo di vampiri". Ma come è possibile? È Lo stesso discorso di prima: i vampiri hanno un fiuto pazzesco e sono in grado di individuare la presenza di possibili prede semplicemente con l'odore, dunque come riescono Stella e compari ad agire indisturbati aqquattandosi dietro a dei BIDONI? Chepporcatadifilm!
I nostri eroi avanzano indisturbati e, ancora una volta, l'ubriacona ha un "brevissimo attacco di lucidità".

Ubriacona: Aspettateaspettateaspettate! La nave sta partendo!
Menefregodellavita: Embé?
Ubriacona: Ascoltate! Siamo in tre, siamo armati male, siamo su una nave zeppa di vampiri fortissimi...
Stella: Davvero? Ma non mi dire!
Ubriacona: Il punto è: che speranze abbiamo?
Menefregodellavita: Ok, arriva al dunque, che proponi?
Ubriacona: Siamo ancora vicini alla riva. raggiungiamo il ponte della nave, tuffiamoci in acqua e fuggiamo a nuoto!
Stella: Tu sei matta! Io vado fino in fondo a questa missione suicida kamikaze improvvisata!
Ubriacona: Menefregodellavita, almeno tu lascia perdere questa cretina...
Menefregodellavita: Mi spiace, ubriacona. Se vuoi, scappa. Io rimango qui.
Ubriacona: Al diavolo! Ho deciso, vengo con voi a morire!

Cosa accade 4 secondi dopo? L'ubriacona muore e, onde prevenire eventuali trasformazioni, Menefregodellavita le spara un proiettile in zucca. Ma quello non valeva per gli zombie? Non ci capisco più nulla, cacchio!
Passiamo avanti. I due protagonisti vengono sorpresi da Lilith, catturati, incatenati ed appesi come maiali a due ganci da macelleria. L'unico vamPirla che rimane con loro allo scopo di ucciderli è l'ex (ormai ex) investigatore dell'FBI assetato di vendetta. Lo vediamo così giochicchiare con le lame perdendo tempo e, dopo 40 minuti trascorsi così, sferrare una pugnalata mortale a Menefregodellavita. Stella reagisce liberano un polso, poi l'altro ed infine decapitando con un solo colpo il torturatore utilizzando un coltellino svizzero. No, davvero, non vi chiedo di provare (anche se certe volte la tentazione è forte), ma secondo voi quanta forza ci vuole per tranciare una testa di netto usando un machete o simili? E come ha fatto Stella?
30 Giorni di Buio 2 sta per finire. Coraggio, tenete botta ancora un po'.
Stella inizia a giocare a nascondino con Lilith. Ebbene sì, la regggina dei vamPirla finalmente entra in azione! Cacchio, chissà che superabilità mostruose dimostrerà di avere... nnnnnno! L'unica cosa che fa il boss finale è gironzolare con calma e ripetere a Stella frasi tipo "sento il tuo odore" e "ovunque tu ti nasconda, ti troverò". Poi, seguendo la puzza di Stella (ricordate, non si è lavata nonostante abbia sudato più di quanto faccia Giuliano Ferrara dopo una sessione di Macarena) si ritrova di fronte ad una bacinella piena di sangue ed una grata sul soffitto. Lilith guarda in alto, mentre Stella sbuca fuori dalla tinozza di sangue e le trancia la testa di netto. No, non ho capito: i giochi sono finiti? Ma che razza di supervampiro è 'sta Lilith? Che vaccata! Comunque sia, la protagonista afferra la testa della nemica e, indisturbata, se la svigna in mezzo ai vampiri divenuti praticamente inoffensivi. Boh?



Questa porcheria di pellicola poteva chiudersi qui, ed invece regista e sceneggiatore hanno voluto strafare regalandoci una trashata finale. Stella torna a Barrow, raggiunge la tomba del marito (quello che, nel primo film, si era trasformato in vampiro per combattere contro i nemici), prende una pala, riesuma il cadavere, lo avvolge in un telo, torna a Los Angeles, porta il corpo nel suo appartamento e... no! Si taglia le vene per nutrirlo e lasciarlo risorgere? Ma poi... COME si taglia le vene! Non in orizzontale sui polsi, ma IN VERTICALE, ergo in modo di assicurarsi una morte per dissanguamento! In ogni caso, la donna perde i sensi e li riacquista quando suo marito torna in vita da vampiro. Lei è felice e lo abbraccia, lui le dà un morso mortale sul collo. Titoli di coda.
Ma che cacchio si aspettava? O meglio, che diavolo voleva fare? Diventare anche lei una vampiressa? Altrimenti perché tagliarsi le vene in verticale assicurandosi la morte? E perché sono ancora qui a chiedermi tutto questo? Chi se ne frega, punto!

Conclusione

30 Giorni di Buio 2 è così brutto da far sembrare un capolavoro il mediocre capitolo precedente: attori anonimi, una storia atroce e prevedibilissima, imprecisioni e contraddizioni, dialoghi monotoni e tante altre porcate che dimostrano come il film sia stato realizzato "tanto per fare".
Non c'è molto da aggiungere, davvero. Evitatelo ANCHE se avete addirittura ADORATO l'episodio capostipite (beh, i gusti son gusti).

Voto personale: 3
Voto trashosità: 5
Voto splatterosità: 5 1/2

6 commenti:

  1. Anonimo e scialbo sequel privo di mordente (soprattutto se rapportata a ciò che accadeva nel capitolo precedente, una pellicola decente), che non riesce ad alzare la tensione, malgrado le scene truculenti non manchino, nemmeno di pochi volts. Compresa la scena sexy come una foto di Antonio Di Pietro. Nudo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah... ce lo vedo Antonione con le natiche al vento, e di certo non è un bello spettacolo! Grazie per la tua opinione :)

      Elimina
  2. Ma il marito di Stella si era polverizzato alla luce del sole nel primo film.Come cacchio ha fatto Stella a recuperare il corpo?
    Comunque fantastica recensione. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il bello è che nel sequel fanno RIVEDERE quando il marito di Stella si polverizza!
      Lieto che ti sia piaciuta la stroncatura ;)

      Elimina
  3. Non ho mai visto questo film né il suo predecessore, ma da quanto leggo sono convinta di non essermi persa nulla...
    Poi questo dettaglio "da cenere a corpo" è di una coerenza innata :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che ti sei persa nulla, più che altro ti sei persa IL nulla :D

      Elimina